Microsoft: confermato Office 2013 per iPhone, iPad e Android

Office per device iOS e Android arriverà il prossimo anno e sarà disponibile come sia come app gratuita sia come risorsa a pagamento.

di Martina 9 Novembre 2012 18:56

Del presunto e tanto atteso lancio di Microsoft Office 2013 per device iOS se ne parla già da qualche tempo a questa parte ma sino a questo momento non erano state date ancora notizie certe in merito alla disponibile della suite d’ufficio per iPhone e per iPad.

Alcune ore addietro, però, The Verge ha fatto sapere che Office 2013 per device mobile verrà reso disponibile entro breve tempo non soltanto su IOS ma anche su Android.

Nel dettaglio, Office Mobile verrà reso disponibile su iOS a cavallo tra febbraio e marzo del 2013, la versione per device Android, invece, dovrebbe essere resa disponibile entro il mese di maggio sempre del prossimo anno.

L’applicazione verrà distribuita sotto forma di risorsa gratuita e permetterà di aprire e di visualizzare senza problemi tutti i file Office che sono stati ricevuti.

Gli utenti che, invece, desiderano eseguire operazioni di editing avanzato dovranno sottoscrivere un abbonamento ad Office 365.

Tutte le risorse di base della suite d’ufficio, quali Word, PowerPoint ed Excel, saranno pienamente supportate ma per potervi effettuare l’accesso sarà necessario eseguire il login fornendo il proprio account Microsoft, un’operazione questa tanto utile quanto indispensabile al fine di reperire i file e per poterne eseguire la sincronizzazione.

Chi utilizzerà l’applicazione in forma gratuita avrà a disposizione soltanto opzione di editing di base, una soluzione questa che risulta sicuramente inappropriata nel caso di utenti operanti per aziende o comunque sia appartenenti al settore business.

Office per iOS e per Android, comunque, non andrà a configurarsi come un sostituto della versione desktop ma, molto più semplicemente, come una risorsa da utilizzare in maniera complementare o, ancora, come soluzione da adottare in mobilità.

The Verge ha inoltre cercato di entrare in contatto con Microsoft chiedendo ulteriori delucidazioni in merito alla differenza che intercorre tra le due versioni dell’applicazione ma la redmondiana non ha aggiunto altri dettagli a riguardo.

Commenti