Come funziona iCloud

Una guida all'uso di iCloud, per caricare i propri dati nella "nuvola".

di Ilaria Fedele 1 Novembre 2012 13:54

La nuvola iCloud è un servizio che ti fa risparmiare tempo e spazio nel compute. È un servizio di archiviazione di dati in Rete che possono essere sincronizzati su molti dispositivi diversi. Si accede a ICloud tramite computer, Mac e PC, tramite dispositivi mobili e tramite Internet.

Il tuo account iCloud è la “nuvola” dove carichi tutte le cose contenute nei tuoi dispositivi e dove essi possono accedere per sincronizzarsi tra loro.
Tutti gli utenti di iCloud devono essere identificati con un username , Apple ID, che puoi ottenere, se hai appena acquistato un Mac e non lo possiedi ancora, aprendo iTunes, andando nel menù Store e scegliendo Crea Account.
Se invece hai comprato un iPhone, iPod touch o iPad, dalla schermata Home vai in Impostazioni e scegli Store, scegli il Paese in cui vivi e segui le istruzioni.

Il servizio iCloud funziona solo su iOS 5 e su OS X 10.7 Lion e sistemi superiori, quindi devi verificare se i tuoi dispositivi rispettano i requisiti minimi per iCloud.
Per effettuare tale verifica, da un Mac, entra nel menu Mela in alto a sinistra e clicca su Informazioni su questo Mac. Lì troverai scritta la versione del tuo sistema operativo. Se è almeno 10.7, va bene.
Se hai un iPhone o un iPad, vai in Impostazioni > Generali > Info e cerca la voce Versione. C’è scritto 5.x.x (dove “x” può essere qualsiasi numero) va bene.

Ora impostiamo i Cloud.
Da iPhone, puoi stabilire quali dati sincronizzare con iCloud e quali no: basta spostare gli slider su zero o su uno. Ad es se vuoi tutti i contatti sincronizzati metti il selettore Contatti su 1. Ora tutti i numeri di telefono e gli indirizzi che hai verranno copiati in Rete, pronti ad essere copiati anche su tutti i tuoi altri apparecchi Apple che hanno questa sincronizzazione attivata.
Lo stesso identico discorso vale per tutti gli altri dati: posta, calendari, promemoria, preferiti di Safari, note.
Se hai un Mac, attivi iCloud da Preferenze di Sistema > iCloud, effettuando il login. Anche in questo caso puoi scegliere cosa sincronizzare e cosa no.

Puoi comprare programmi, canzoni, che saranno disponibili su tutti i tuoi dispositivi andando in Impostazioni > Store ed abilitando i download automatici.
Puoi sincronizzare le foto, ad esempio puoi scattare una foto con l’iPhone a Roma e farla vedere immediatamente ai tuoi figli a Milano.
Basta che attivi Photo Streaming sullo smartphone da Impostazioni > Streaming foto e sul Mac da iPhoto, menu Streaming foto e i le tue foto di Roma saranno immediatamente disponibili anche sul Mac di Milano, in iPhoto.
Le nuove fotografie vengono archiviate in Rete per 30 giorni, quindi c’è tempo per sincronizzare tutti gli apparecchi.
I Cloud inoltre esegue quotidianamente un backup del contenuto dei tuoi dispositivi mobili. Per abilitare questo servizio su iPhone e famiglia, vai in Impostazioni > iCloud > Archivio e backup e sposta lo slider Backup di iCloud su 1. backup.

I backup vanno nella nuvola e se lo spazio che hai a disposizione (ricorda che lo spazio gratuito è di 5GB e puoi acquistarne di extra) si riduce troppo puoi cancellare qualche backup vecchio. Lo puoi fare dal Mac andando in Preferenze di Sistema > iCloud e clicca su Gestisci. Seleziona quindi Backup, selezionane uno che non serve più e scegli Elimina. Dall’iPad (o iPhone o iPod touch) vai in Impostazioni > iCloud > Archivio e backup > Gestisci archiviazione, seleziona il dispositivo il cui backup vuoi eliminare e clicca su Elimina backup.
Infine con la sincronizzazione di file Keynote, Pages e Numbers potrai avere tutti i tuoi documenti on the cloud, accessibili da computer e smartphone e potrai modificarli ovunque tu sia con qualunque dispositivo. Puoi salvarli continuamente in tempo attivando la sincronizzazione da Impostazioni > iCloud > Documenti e dati.

Commenti