Andiamo a scoprire l’ Antartide con Google Street View

Tutti i fotogrammi delle spedizioni in Antartide, la capanna di Shackleton e Scott, le colonie di pinguini e il South Pole Telescope.

di Ilaria Fedele 19 luglio 2012 17:14
Google Antartide

Potremo ammirare sul nostro display splendide vedute panoramiche a 360 gradi e la versione Street View dei posti più importanti della storia delle esplorazioni dell’Antartide. Con le immagini interne delle capanne di Shackleton e Scott che dopo più di un secolo sono ancora intatte, con campioni ben conservati di attrezzi di salvataggio ma anche di medicine. Esemplari unici che ci aiutano a capire come gli esploratori trascorrevano lunghi mesi in questi posti. Potremo divertirci osservando i nugoli di simpatici e ridicoli pinguini di Cape Royds. Vedremo anche le interessanti immagini del South Pole Telescope, il radiotelescopio di 10 metri situato presso la base Amundsen-Scott.
Google Street View, più volte indagata, ci offre una meravigliosa esplorazione virtuale di quel lontano e gelido continente che, magari una volta nella vita, ognuno di noi ha sognato di visitare. E copre così gran parte del continente che era già presente parzialmente con l’Half Moon Island.Google Street View ce lo permette anche grazie alla collaborazione del Polar Geospatial Center presso l’Università’ del Minnesota e del New Zealand Antarctic Heritage Trust.

E il simpatico pinguino che ci accompagna e che sostituisce il famoso omino giallo ci offre limpide panoramiche di siti inaccessibili e protetti per viaggiare su nevi e ghiacci eterni tra paesaggi immacolati e magici punteggiati da esserini neri e bianchi, i pinguini.
Per realizzare le riprese Google ha usato treppiedi molto leggeri e obiettivi fisheye per rendere più leggero l’equipaggiamento necessario a muoversi in mezzo alla neve alta e ai deserti di ghiaccio sotto un azzurro cielo limpidissimo e terso.
La fotocamera usata è con un obiettivo quadrangolare, il fisheye, che con il leggerissimo treppiede offre una tecnologia ad alta portabilità, affidabile e facile da usare.
Piacevolissimo per i “turisti” virtuali, ma anche utilissimo per gli scienziati che potranno studiare le condizioni geologiche delle Dry Valleys, per gli amanti degli animali che potranno conoscere le colonie di pinguini e per gli studenti che potranno capire il funzionamento del South Pole Telescope.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti