WhatsApp, l’App che scoppia la coppia

Quando un'App come WhatsApp può diventare un rischio per la vita di coppia.

di Daniele Perotti 25 gennaio 2013 13:04
WhatsApp

Dopo Facebook, WhatsApp è certamente una delle principali applicazioni per smartphone che possono mettere in crisi una coppia soprattutto per colpa della gelosia. Sembra infatti che una delle funzioni più utili di questo famoso applicativo, ormai disponibile per ogni tipo di smartphone, che consente di poter sapere quando siete online sta diventando sempre più un’arma a doppio taglio. Se da una parte è molto comodo vedere quando un utente è online e l’ultima volta che si è connesso dall’altra parte si può dire addio alla privacy, infatti ogni vostro contatto presente in ribrica potrà conoscere il vostro stato nonché l’ultima volta che vi siete connessi. Questo, come potete facilmente immaginare comporta anche la possibilità di scoprire se il proprio partner è realmente andato a dormire quando vi ha detto ma anche l’ora in cui si è svegliato.

Come sicuramente saprete, ogni volta che maneggiate il vostro smartphone e accedete a WhatsApp, anche semplicemente per vedere lo status di qualcuno o ancora più semplicemente se scordate l’App attiva e sbloccate lo schermo che era andato in blocco automatico, WhatsApp comunicherà e renderà disponibile a tutti coloro che hanno il vostro numero in rubrica, l’orario in cui vi siete collegati. Altro trucco molto usato di recente per scoprire con chi sta parlando la persona interessata è semplicemente quello di avere una rubrica in cui sono presenti molti numeri in comune, risulterà infatti particolarmente facile poter eliminare qualche sospetto.

Con un pò di pazienza potreste scoprire molte informazioni utili sul vostro partner semplicemente monitorandolo ma fate molta attenzione alle coincidenze e soprattutto cercate di non partire con pregiudizi che possano influenzare la vostra analisi.

Tutelare la propria privacy non è semplice con WhatsApp, infatti l’unico modo per poter proteggere da occhi indiscreti i propri movimenti è necessario bloccare il numero del contatto che ci può spiare, ma fate attenzione, infatti basterà un nuovo numero e un nuovo cellulare che l’utente potrà continuare a spiare liberamente i vostri movimenti.

Il bello ed il brutto di WhatsApp è proprio il fatto che si tratta di un’App aperta, infatti è possibile collegarsi ad un numero anche senza l’autorizzazione dell’intestatario o dell’utilizzatore. E’ tuttavia possibile bloccare ai vostri contatti, e non, la possibilità di spiare il vostro orario di connessione ma attenzione perchè questo blocco comporterà una limitazione anche a voi, infatti non potrete più vedere l’orario di connessione dei vostri contatti ma potrete solamente visualizzare quando sono online.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti