Ecco la sveglia che ti fa svegliare con un metodo “shock” (FOTO)

SingNshock è una sveglia dotata di un pulsante Snooze che, se premuto, provoca una piccola scossa elettrica. Non potrete più poltrire.

di Daniela Caruso 22 gennaio 2013 12:14

Alzarsi dal letto la mattina non è mai facile, soprattutto quando il pulsante “ritarda allarme” sembra così attraente. Così, il 19enne Sankalp Sinha, ha creato una sveglia che raggira questo problema e che dà una nuova funzione al pulsante Snooze, ossia a quel bottone che ci permette di ritardare l’allarme della sveglia. Una volta premuto, SingNshock darà una microscossa assolutamente non dannosa per il corpo umano: si tratta di pochissimi microvolt che spingeranno il cervello a dare una immediata risposta neurologica. In sostanza: ci penserete due volte a premere nuovamente il pulsante Snooze. Sinha è uno studente indiano della Sharda University, il quale ha avuto l’idea di creare la sveglia singNshock nel 2008, quando iniziò a prendere l’abitudine di svegliarsi tardi ogni giorno.

Come lui stesso ha spiegato sul suo sito web, “Il pulsante Snooze (posponi), presente sulla parte superiore della sveglia, è rivestito in alluminio. Quando l’utente preme il pulsante, al fine di interrompere la sveglia, conduce un impulso elettrico shock di pochi volt, che scatena funzioni neurologiche“. L’impulso elettrico, che è appena sufficiente per attivare le funzioni neurologiche, è facoltativo. Gli utenti non devono essere per forza “scioccati” ogni giorno, se non vogliono.

singnshock-alarm-clock

A parte il tasto snooze che provoca lo “shock”, la sveglia singNshock dispone anche di un’interfaccia touchscreen e un lettore musicale in grado di contenere fino a 32GB di canzoni. Anche se la sveglia è al momento solo un concept (tutte le immagini sono generate dal computer), Sinha è alla ricerca di investitori e produttori, così da poterne iniziare la produzione. Inizialmente, ha pensato di creare un proprio portfolio online con l’obiettivo di entrare in una scuola di design, ma dato che la singNshock sta attirando un’attenzione di stampo internazionale, Sinha si sente in dovere di farne una realtà. “Non importa dove sarà venduta la sveglia, che siano negozi on-line o fisici. Ciò che è importante è la soddisfazione del cliente“, questo il pensiero del giovane studente indiano.

3 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti