Romo, quando lo smartphone diventa un robot

Romo, trasforma il tuo smartphone in un robot o sfruttalo per gareggiare in vere competizioni in stile Mario Kart.

di Daniele Perotti 31 luglio 2012 15:28
Romo robot smartphone

Nato dall’idea di due ragazzi di Seattle, Romo non è una semplice docking station per smartphone, si tratta infatti una sorta di robottino dotato di cingoli che gli consentono di muoversi liberamente controllato da uno smartphone.
La loro avventura è nata con la creazione dell’azienda Romotive al fine di riuscire a reperire i 32 mila dollari necessari per finanziare lo sviluppo del loro progetto, tuttavia a fine raccolta i due giovani sono stati premiati per la loro idea con la somma di 115 mila dollari per far diventare Romo realtà.

Questo innovativo gadget tecnologico è disponibile alla modica somma di 149 dollari ed è in vendita direttamente online. Compatibile con ogni tipo di smartphone, sia esso gestito da iOS o Android, Romo è un concentrato di tecnologia che grazie a due motori fa muovere il device su i due cingoli trasformandolo in un vero e proprio robot.

Il suo funzionamento è particolarmente semplice, infatti per far funzionare Romo è sufficiente posizionare il proprio smartphone sopra all’apposito supporto e collegare il jack delle cuffia alla console di comando, poi sfruttando un altro dispositivo dotato di connessione WiFi è possibile inviare segnali di controllo che consentiranno di far muovere il robottino come se fosse una sorta di macchinina telecomandata controllata attraverso una connessione wireless ma con caratteristiche e performance a dir poco superiori ad un normale giocattolo. Ad oggi, infatti con Romo è possibile sfruttare lo smartphone-robot per registrare suoni o ottenere immagini dalla fotocamera, sia posteriore che anteriore, e visualizzarle sul dispositivo di controllo, altra funzione particolarmente simpatica è certamente quella di sfruttare Romo per vere e proprie gare di di robotica in puro stile Mario Kart con attacchi a sorpresa per neutralizzare i propri avversari lanciando bombe e trappole micidiali.

I ragazzi hanno anche reso disponibile il pacchetto SDK al fine di rendere Romo aperto a tutte le idee dei vari sviluppatori che vogliano cimentarsi nella creazione di nuove funzioni per Romo, proprio questa iniziativa ha portato uno sviluppatore olandese a sviluppare l’interfaccia per far colloquiare gli smartphone Windows Phone con Romo mettendola a disposizione di tutti gli utenti interessati.

Romo, quando lo smartphone diventa un robot

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti