Ottimizza i motori di ricerca per personal branding con BrandYourself

Ecco come tenere alta al vostra reputazione sui social media e in Google.

di Daniela Caruso 18 luglio 2012 17:17

Internet è un luogo che non perdona, che non dimentica. Qualunque cosa viene pubblicata online, che si tratti di una dichiarazione imprudente o di una foto divertente, potrebbe benissimo rivelarsi controproducente e farvi male in futuro, soprattutto quando si condivide un qualcosa con una persona sconsiderata che finisce per rovinare la vostra reputazione. Questo è ciò che è successo a Pete, uno dei co-fondatori di BrandYourself .

A Pete è stato negato lo stage, perché i risultati di ricerca lo indicavano come uno spacciatore di droga. Per fortuna, aveva un amico, il co-fondatore di BrandYourself Patrick, che potreva aiutarlo a ottimizzare i suoi risultati di ricerca. Dopo essere riusciti a risolvere i problemi di Pete, i due hanno deciso di creare uno strumento che può facilitare gratuitamente il controllo della propria reputazione online

Prendere il controllo della propria reputazione online

BrandYourself vi porta attraverso ogni singola fase del processo con spiegazioni chiare e concise. In primo luogo, si imposta il profilo e il nome che si desidera controllare nei motori di ricerca.

ottimizzare il tuo nome Cerca con Google

In una fase successiva, BrandYourself vi propone i risultati di ricerca per il vostro nome su Google. È ora possibile contrassegnare i risultati positivi, negativi, o come (neutro) i link in cui non ci siete. Di seguito, è riportato uno screenshot dei primi 3 risultati di esempio, che potete vedere qui sotto. 

ottimizzare il tuo nome

Una volta selezionati tutti i link, potete ottenere il vostro punteggio BrandYourself e il sito vi indicherà delle misure per migliorare il risultato e, quindi, il vostro punteggio.

ottimizzare il tuo nome

I passi per migliorare il vostro punteggio comprendono la pubblicazione del tuo profilo BrandYourself, presentando i legami positivi che si desidera vedere in prima pagina, per rafforzare i collegamenti e renderli di rango più elevato. I passi d’amplificazione sono particolarmente interessanti. In sostanza, ce ne sono quattro. In primo luogo, si aggiunge il collegamento che si desidera per aumentare il vostro profilo BrandYourself, quindi si collega al vostro profilo BrandYourself dalla URL che si desidera. Naturalmente è necessario aggiungere il proprio nome alla pagina che si desidera aumentare, e, infine, la si condivide sui social network. In altre parole, BrandYourself utilizza la propria reputazione e quella dei social network per tirare i vostri link preferiti in cima ai risultati di ricerca di Google.

ottimizzare il tuo nome

Come rivelano gli screenshot di cui sopra, l’interfaccia utente grafica è molto chiara e semplice. Tuttavia, se non potete fare a meno di più approfondite spiegazioni, è possibile espandere ulteriori bit di informazione quasi a ogni passo. BrandYourself cerca di essere estremamente trasparente. Mentre il SEO è incredibilmente difficile per prevedere business, BrandYourself riesce a utilizzare alcune regole molto semplici per ottimizzare i risultati della ricerca.

Funziona?

Molto probabilmente sì, anche se non c’è la certezza matematica. L’esempio di cui sotto vi riporta i primi 5 risultati dopo aver utilizzato BrandYourself per due mesi. Come potete vedere, il risultato LinkedIn sostanzialmente non si muove, il profilo Facebook è sceso di due posizioni, mentre Twitter si è spostato fino alla posizione 3. 

ottimizzare il motore di ricerca nome

ottimizzare il tuo nome Cerca con Google

3 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti