Instagram: anche Twitter mirava all’acquisizione

Secondo una fonte vicina a Jack Dorsey anche Twitter voleva acquisire Instagram ma, probabilmente, la proposta di Facebook si è poi rivelata più allettante

di Martina 16 Aprile 2012 13:09

La notizia dell’acquisizione di Instagram, la ben nota app dedicata al photo sharing, da parte di Facebook, il social network che non ha bisogno di ulteriori presentazioni, è stata data già da qualche giorno a questa parte ma in rete le news ad essa relativa hanno comunque continuato a circolare in maniera praticamente ininterrotta.

Tra la gioia degli appassionati utilizzatori di Facebook e le preoccupazioni espresse dagli amanti di Instagram circa i possibili cambiamenti a cui il servizio potrebbe essere soggetto dopo esser stato accolto sotto l’ala del rinomato social network in blu, nel corso delle ultime ore è stata diffusa un’ulteriore ed interessante notizia facente riferimento a Twitter e al suo interesse per la faccenda in questione.

Il New York Times, infatti, ha fatto sapere che, stando a quanto dichiarato da una fonte molto vicina a Jack Dorsey, il co-fondatore di Twitter, prima di concludere l’accordo con Facebook per la considerevole cifra di 1 miliardo di dollari i vertici di Instagram abbiano ricevuto proposte anche da parte del celebre servizio di microblogging.

Le trattative con Twitter, però, non hanno avuto un esito positivo, così come dimostrato dai fatti, il che, con molta probabilità, è imputabile alla cifra offerta ad Instagram.

Infatti, è quasi certo il fatto che il team di Twitter non sia riuscito ad offrire una somma di denaro analoga o superiore a quella proposta da Facebook per poter effettuare l’acquisizione di Instagram, un dato questo che, ovviamente, va a configurarsi come di fondamentale importanza in una situazione di tale tipologia.

Qualora Twitter fosse arrivato prima e, sopratutto, nel caso in cui fosse stato in grado di fare una proposta ancor più interessante di quella di Facebook di certo avrebbe avuto un buon asso nella manica da giocare per tentare di abbattere il sempre maggiore predominio del social network lanciato da Mark Zuckerberg.

Commenti