Il primo oggetto venduto su eBay? Eccolo

Ecco come da un semplice oggetto rotto è nato l'impero di eBay.

di Daniele Perotti 28 gennaio 2013 8:51

eBay è certamente uno dei maggiori portali di aste internazionale se non addirittura il principale, credo che sia uno dei pochi siti di aste online che non ha assolutamente bisogno di presentazione riguardo le sue funzioni di asta online o compralo subito, tuttavia sono davvero poche le persone che conoscono la sua storia e probabilmente ancora meno coloro che sanno qual’è il primo oggetto venduto all’asta, oggi ve lo sveliamo.

eBay Inc è stato fondato il 6 Settembre 1995 da Pierre Omidyar a San José in California ed ha preso il suo nome dalla Baia di San Francisco, solamente nel 2001, ben 12 anni fa, è arrivato in Italia rilevando quello che allora era il sito di aste italiano anche noto con il nome di iBazar. Di cose, come potete immaginare, da allora ad oggi, ne sono cambiate e ne sono cambiate anche molte, sia dal punto di vista grafico sia dal punto di vista della vendita infatti, con il passare del tempo, sono state introdotte nuove tipologie di vendita ma la storia di eBay è stata segnata da un evento preciso che ha fatto sorgere in Pierre Omidyar l’idea di quello che oggi rappresenta il portale internazionale più famoso di aste online.

Tutto accadde il 3 Settembre 1995, quando il programmatore creo una pagina all’interno del suo sito internet personale AuctionWeb per vendere un oggetto che non utilizzava più perchè rotto. Il primo oggetto venduto su eBay fu infatti il puntatore laser di Pierre Omidyar che aveva originariamente comprato per far giocare il suo gatto domestico. Subito dopo aver ricevuto l’offerta conclusiva, da parte del compratore, per la bellezza di 14,83 dollari lo contattò immediatamente via email con lo scopo di chiarire la natura dell’oggetto ma soprattutto il fatto che il puntatore laser era rotto, in poche ore, l’acquirente rispose che era un collezionista di puntatori laser rotti e così iniziò la grande avventura di eBay.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti