Huawei Mate 30 da record, anche senza i servizi Google

di Maria Barison 30 Dicembre 2019 11:34

Huawei non si è lasciata di certo intimorire dal ban USA e non è un caso che le vendite stiano procedendo alla grande, ma ciò che ha stupito tutti è il rendimento sul mercato della serie Huawei Mate30.

Come molti sapranno i modelli appartenenti a questa famiglia sono stati i primi a non avere di default i Google Mobile Services, si tratta dei classici servizi di stampo Google che hanno sempre fatto parte degli smartphone Android, ma ciò non ha causato problemi di vendite. Nonostante questa sorta di handicap, che poi alla fine Huawei non considera così grave, i vari dispositivi appartenenti alla famiglia Huawei Mate 30 hanno fatto registrare vendite pari ai 12 milioni di unità. Ciò significa che gli utenti non si sono di certo lasciati scappare la possibilità di avere tra le mani uno degli smartphone più performanti di questo 2019 e hanno riposto massima fiducia proprio nell’azienda cinese.

L’incredibile risultato del Huawei Mate 30

E’ anche vero però che questi dati dovrebbero far riferimento al mercato cinese, non è insomma chiaro se si riferisca a vendite generiche oppure strettamente legate al mondo cinese. Il mese in cui la famiglia Huawei Mate 30 ha letteralmente sbaragliato la concorrenza è stato dicembre, dove è stata registrata un’impennata di vendite che ha contribuito ad aumentare notevolmente la cifra sopra evidenziata. Sicuramente per Huawei questo 2019 non è stato semplice da gestire, i problemi con il governo degli Stati Uniti potevano affossare qualsiasi tipo di aziende, ma non l’azienda che in questi ultimi anni è stata in grado di superare anche Apple nelle vendite, ponendosi al secondo posto tra le potenze mondiali nel settore smartphone.

Huawei verso l’indipendenza totale da Android

La notizia degli oltre 12 milioni di Huawei Mate 30 venduti pone ancor di più l’accento sulla grande capacità di gestire le difficoltà da parte di Huawei ed a questo punto attendiamoci delle novità di grande rilievo per il prossimo anno anche dal punto di vista software. Non sarà semplice abbandonare Android, ma il lavoro duro e costante da parte degli esperti del settore che lavorano per Huawei, potrà sicuramente garantire qualcosa di assolutamente interessante da riuscire a slegarsi completamente da Google. Al momento per il 2020 si punterà ancora su Android, ma probabilmente sarà l’ultimo anno con il robot verde di Mountain View.

Commenti