Google XPhone, il nuovo misterioso smartphone di Big G

Google e Motorola stringono un accordo per la creazione di un dispositivo che sfiderà gli smartphone di Apple e Samsung.

di Daniela Caruso 24 Dicembre 2012 19:11

Google di recente ha acquisito Motorola e sta lavorando a una nuova generazione concorrente dell’iPhone, conosciuta internamente come XPhone, secondo quanto riferito da un rapporto. I dettagli sono scarsi per quel che concerne le caratteristiche tecniche del dispositivo è, e ciò che sarà esattamente questa prossima generazione di smartphone. Secondo il Wall Street Journal, il lancio sul mercato del dispositivo dell’azienda di Big G, sarebbe previsto per l’anno prossimo. Dal punto di vista tecnico, il nuovo device di Google dovrebbe avere degli stampi in ceramica che consentano di migliorare la telecamera pardon amica, fornendo una migliore
saturazione del colore. Alcune delle caratteristiche potenziali sono stati bocciate, soprattutto in merito alla durata della batteria. Il CEO di Motorola Mobility Dennis Woodside ha detto che l’azienda punterà ad investire in “tecnologia e che farà qualcosa di completamente diverso rispetto agli approcci attuali“. Altre fonti hanno collegato l’XPhone all’acquisto di Google di Viewdle, ossia un “mobile incentrato sulla computer vision, con riconoscimento degli oggetti e dei gesti”. 

Forse il XPhone sarà in grado di leggere le labbra e i comandi vocali, i gesti, secondo le indiscrezioni riportete dal Minority Report.  Qualunque sia la sua “formula” segreta è, pare che potremmo vederlo in forma xTablet nel prossimo anno o fra due anni. Google ha speso 12,5 miliardi dollari per l’acquisizione di Motorola Mobility a maggio, era di gran lunga più costosa acquisizione del gigante di ricerca. Da allora ha licenziato circa il 20% del personale. Google ha annunciato mercoledì che prevede una manovra di scorporo della divisione Motorola per 2,35 miliardi dollari.

Bisogna tenere conto di un aspetto: l’accordo con Motorola potrebbe però rivelarsi molto rischioso per Google, a causa dei potenziali impatti negativi nei confronti dei partner che negli anni hanno contribuito al successo della piattaforma mobile Android. Samsung, infatti, detiene oltre il 40% del mercato complessivo dei dispositivi mobili Android.

Commenti