Cos’è il roaming e come disattivarlo

In cosa consiste il roaming dati e quali costi comporta quando la copertura del nostro gestore non è assicurata in determinate zone.

di Daniela Caruso 25 gennaio 2013 14:02

Sicuramente avrete sentito parlare del roaming dati. Alcuni utenti sanno di cosa stiamo parlando, altri non hanno le idee chiare su questo spigoloso argomento. Pertanto, oggi vi spieghiamo cosa si intende per roaming, in modo da farvi evitare sprechi di soldi quando vi connettete ad internet, via smartphone, tablet, internet key. Il roaming dati entra in gioco quando si avvia una connessione alla rete ed il nostro gestore telefonico non è disponibie: pertanto, si attiva automaticamente il roaming dati che ci fa appoggiare alle reti di altri operatori mobili per fruire della connessione internet, altrimenti non disponibile.

Ciò, però, comporta dei costi aggiuntivi rispetto al piano di base che abbiamo attivato per connetterci ad internet. In alcuni posti, però, il nostro operatore non ha piena copertura e per questo mette a disposizione questa opzione  che risulta essere alquanto dispendiosa. Il roaming dati è vantaggioso o svantaggioso? Se vogliamo utilizzare esclusivamente la connessione dati che abbiamo stipulato con il nostro operatore mobile, è bene che disattiviamo l’opzione del roaming dati. Se, invece, durante i vostri spostamenti per vacanza e/o lavoro abbiamo la necessità di avere una copertura sempre presente e siamo disposti a pagare supplementi economici, allora l’opzione non va disabilitata.

Disabilitare il roaming dati

Accediamo alle impostazioni internet del nostro smartphone e/o tablet e selezioniamo (o deselezioniamo) l’opzione roaming dati per disattivare il servizio. Quando disabilitiamo questa funzione, non sarà attivata automaticamente la connessione supplementare attraverso un altro gestore. Se siamo consapevoli di rimanere, per lungo tempo, in una zona senza copertura, è bene disattivare il roaming dati, perché i costi di copertura potrebbero essere veramente elevati. Pertanto, possiamo attivare una SIM card, con un piano tariffario specifico per la connessione internet, da inserire nel cellulare o nel tablet, in caso di necessità. Lo stesso discorso vale per il roaming internazionale, per cui i costi di connessione sono ancora più sostanziosi.

13 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti