Come recuperare i file corrotti

In alcuni casi i file risultano corrotti e non visualizzabili correttamente. Grazie all'utilizzo di un programma ad hoc è possibile far fronte alla cosa.

di Martina 11 luglio 2014 9:00
Come recuperare i file corrotti

Se provando ad aprire alcuni documenti vengono mostrati degli strani messaggi di errore che ne impediscono la corretta visualizzazione allora molto probabilmente si sta avendo a che fare con dei file corrotti. Si tratta di file che sono stati danneggiati da virus informatici, errori di rete e varie altre problematiche.

In situazione di questo tipo non è però il caso di disperarsi. Infatti, utilizzando un apposito programma quale File Repair è possibile recuperare i file corrotti in men che non si dica.

File Repair è infatti un software gratuito per sistemi operativi Windows che permette di recuperare file corrotti di ogni genere.

Per poter recuperare i file corrotti con File Repair la prima cosa da fare consiste quindi nel cliccare qui per aprire il sito web del programma e nell’effettuare il download dello stesso.

A download completato sarà necessario aprire il file scaricato e seguire l’apposita procedura guidata di installazione che viene visualizzata.

Una volta completata l’installazione sarà necessario avviare il software. Nella finestra che si apre si dovrà quindi fare click sul pulsante che si trova in alto e destra e si dovrà poi selezionare il file danneggiato o corrotto che si ha intenzione di recuperare. Si dovrà dunque cliccare sul pulsante Start repair e si dovrà attendere che il programma tenti di riparare il file datogli in pasto.

La versione non corrotta del file in origine danneggiato viene salvata nella stessa cartella del file di quello di origine con un’aggiunta al nome.

Da notare che per quanto File Repair risulti efficace qualora i dati contenuti all’interno di un file risultassero irrimediabilmente compromessi non sarà possibile fare nulla.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti