Come mostrare i post a tutti i fan, è possibile aggirare l’edgrank

EdgeRank è l'algoritmo che Facebook utilizza per far visualizzare agli i post più interessanti di altri utenti e pagine.

di Daniela Caruso 1 Novembre 2012 15:16

I brand si sono recentemente lamentati di Facebook, in merito a una questione che sta loro a cuore: è stato il fatto notare che i fan non vedono tutti i loro messaggi. Ora, sembra che gli utenti stessi possano risolvere il problema: pare, infatti, che alcuni utenti possano scegliere di visualizzare le notifiche sul desktop e mobile di una pagina Facebook. 

Passando il mouse sopra il pulsante “mi piace” su una pagina, gli utenti possono quindi selezionare “Ricevere le notifiche” Secondo l’informatore Moayed Mohammedquesto è un modo attraverso il quale gli utenti possono vedere tutti i post delle pagine, aggirando, così, l’edgeRank lanciato da Facebook. EdgeRank è l’algoritmo che Facebook utilizza al fine di garantire che gli utenti visualizzino i post più coinvolgenti da parte degli utenti e delle pagine con le quali hanno interagito. Gli amministratori della pagina affermano, invece, chel’EdgeRank è stato dannoso per il marketing veicolato su Facebook. Dal canto suo, il social network cerca di calmare gli animi degli amministratori delle pagine con le seguenti parole:

Stiamo implementando la possibilità di far ricevere agli utenti notifiche da pagine specifiche, amici o personaggi pubblici ai quali sono collegati. Questa funzione consente di aiutare le persone a tenere tenersi aggiornati sulle persone e argomenti che stanno loro più a cuore. 

Scegliendo di ricevere notifiche ogni volta che una pagina inserisce un post, gli utenti possono vedere tutti i contenuti aggiunti: i fan ricevono un messaggio sul desktop, in alto a sinistra dello schermo e una notifica sul proprio smartphone in merito all’aggiunta di un nuovo post inserito dalle pagine che seguono.

C’è il “pericolo”, per così, dire che l’utente venga sormontato dalle notifiche, anche da quelle, di cui, in realtà, non gli importerebbe nonostante segua determinate pagine o contenuti di interesse specifico. Per gli admin e ai brand, sicuramente, questa piccola “noia” non è di certo rilevante.

Commenti