Megaupload è tornato sotto un nuovo indirizzo, lo annuncia Anonymous su Twitter

Megaupload è stato chiuso dall'FBI, ma Anonymous risponde: dopo aver attaccato siti governativi e di importanti industrie del settore, riapre Megaupload sotto nuovo URL.

di Flavio Li Volsi 20 gennaio 2012 1:42

In seguito alla chiusura di Megaupload da parte dell’FBI della Virginia e all’arresto del fondatore Kim Schmitz, che rischia 50 anni di carcere, Anonymous ha annunciato subito guerra. L’organizzazione di hacker ha, infatti, attaccato il sito governativo americano del Dipartimento della Giustizia, l’Universal Records, la Record Industry Association of America ed altri vari siti di organizzazioni ed etichette discografiche.

Ma non finisce qui. A quanto pare, l’organizzazione si è data da fare per ripristinare un backup del network. Infatti, Anonymous ha fatto sapere dal proprio account Twitter che Megaupload è tornato sotto nuovo indirizzo – http://www.meegaupload.net/ – e che non è finita.

Si preannuncia quindi una battaglia tra le forze dell’ordine e i pirati informatici che vogliono difendere la libertà del web, una delle poche realtà che si possono definire libere.

Oltre 11500 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti