QuickOffice per iPad diventa gratis con Google Apps for Business

Su App Store è stata rilasciata la versione gratuita dell'app Quickoffice per iPad scaricabile liberamente da tutti gli utenti Google Apps for Business.

di Martina 22 Dicembre 2012 13:32

A giugno dell’anno corrente Google aveva annunciato di aver messo a segno l’acquisizione di QuickOffice, un’operazione questa effettuata al fine di potenziare il proprio catalogo di servizi e, nello specifico, quelli facenti riferimento alla produttività e all’editing dei documenti su smartphone e su tablet.

Nel corso delle ultime ore big G ha fatto sapere, a tal proposito, di aver rilasciato su App Store la versione gratuita di QuickOffice per iPad rendendola quindi accessibile ed utilizzabile senza spendere neanche un centesimo da tutti coloro che hanno sottoscritto un abbonamento a Google Apps for Business.

L’app permette di effettuare la modifica dei documenti direttamente mediante il display touchscreen dell’iPad avendo quindi la possibilità di agire sui file creati con la suite d’ufficio Microsoft Office che sono stati salvati nello spazio di archiviazione offerto da Google Drive.

Trattasti di una mossa che, ovviamente, mira principalmente a rendere i propri servizi ancor più competitivi di quelli che, invece, sono stati messi a disposizione sino a questo momento dalla concorrenza e, nello specifico, da Microsoft.

Le tempistiche del rilascio dell’app su App Store, infatti, sono tutt’altro che casuali.

Microsoft, infatti, ha da poco lanciato sul mercato i nuovi sistemi operativi Windows 8 e Windows Phone disponibili, rispettivamente, per computer e tablet e per smartphone, con la suite Office 2013 in arrivo nei prossimi mesi.

Google, tenendo conto di ciò, ha quindi ben pensato di agire giocando d’anticipo e, al contempo, cercando di portare acqua al proprio mulino tentando di convincere il maggior numero possibile di professionisti in possesso di un device basato su iOS a mettere da parte i servizi della redmondiana ed a scegliere, invece, i propri.

Per quanto riguarda invece il rilascio dell’app in versione per iPhone e quella per device basati sul sistema operativo mobile Android sarà necesario attendere un pò anche se non dovrebbe volerci ancora molto.

Commenti