Pc o portatile rovente? Come raffreddare il pc in semplici passi

Le cause del riscaldamento del PC ed alcuni metodi per mantenere alte le prestazioni.

di Ilaria Fedele 4 febbraio 2013 17:42

Le ventole che raffreddano un pc o un portatile girano in continuazione per raffreddare i vari componenti elettronici che funzionano grazie all’energia che li alimenta. Ovviamente il loro funzionamento provoca anche un riscaldamento e quando sono surriscaldati si bloccano, si spengono e bisogna aspettare un po’ di tempo prima di farli ripartire.

Inoltre le parti del pc potrebbero danneggiarsi o rompersi e quando si ferma all’improvviso è proprio per evitare le rotture ad es della CPU o della scheda grafica.
È importante quindi mantenere fresco il pc, ecco alcuni modi per raffreddarlo.

La polvere che entra nel pc e si deposita intorno alle sue parti è la causa principale del surriscaldamento. La polvere ottura le prese d’aria all’esterno del case, e all’interno essa appesantisce le ventole. Buona abitudine è quella di fare una pulizia periodica, almeno ogni sei mesi o un anno. Si deve aprire il case del computer (che deve essere spento e scollegato dalla presa elettrica) per verificare che la ventola vicino il dissipatore sia sporca e polverosa. Per pulire dentro il computer usare un aspirapolvere a potenza minima e senza avvicinarlo troppo ai circuiti. Dove è possibile pulire manualmente usando un pennello di setole naturali.

L’aria deve circolare all’interno del pc, quindi va poggiato in modo che la parte posteriore ed i lati siano liberi da ostacoli.
L’aria fredda entra dalla parte anteriore e talvolta dai lati del case, quindi se lo si chiude in una scrivania tutto il giorno, l’aria calda si ricicla all’interno innalzando la temperatura.
Per i portatili con prese d’aria nella parte inferiore bisogna far attenzione di non appoggiarli su materiali che tappino le prese d’aria.

Anche cambiare le ventole della CPU è un buon metodo, soprattutto se il pc è piuttosto vecchiotto. Per cambiare le ventole è meglio rivolgersi ad un tecnico anche per sapere quale tipo di ventola. Una buona soluzione è anche quella di cambiare il case con uno che abbia due ventole incorporate, una per spostare l’aria fredda nel PC ed un’altro per cacciare via l’aria calda fuori dal PC.

Sostituire l’alimentatore quando il case non ha ventole proprie e la ventola dell’alimentatore è l’unico modo per raffreddare l’interno del computer.

Per i portatili è possibile installare una base di raffreddamento da mettere sotto il computer.

Sui pc di fascia alta si può anche installare un kit di raffreddamento ad acqua in grado di ridurre drasticamente la temperatura di una CPU.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti