Google Pixel 3 e Pixel 3 XL, Google spiega l’assenza della doppia fotocamera posteriore

Google la pensa come Apple e punta più su una migliore esperienza utente per i suoi Google Pixel 3 e Google Pixel 3 XL.

di Maria Di Bianco 10 ottobre 2018 10:59

Il primo novembre arriveranno sul mercato i nuovi Google Pixel 3 e Google Pixel 3XL, smartphone realizzati per migliorare di gran lunga l’esperienza utente, non dando vita alla solita gara di miglior hardware presente già nella concorrenza.

In un certo senso Google con questi nuovi smartphone ha voluto sposare il pensiero della stessa Apple che mai negli anni si è lasciata trasportare dalla lotta per ricercare le migliori tecnologie per i propri device. Si punta invece sull’esperienza utente, questa sì che deve essere perfetta e per questo anche Google ha puntato su nuovi dispositivi di qualità, ma non così rivoluzionari come ci si aspettasse. Ciò che balza immediatamente all’occhio è la mancanza, sia sul Google Pixel 3 che sul Google Pixel 3XL, della doppia fotocamera posteriore, una scelta ben precisa che va controcorrente. Il punto centrale è che secondo gli addetti ai lavori un doppio sensore posteriore non avrebbe migliorato assolutamente la qualità dello scatto. Tant’è che entrambi i device presentano una fotocamera da 12,2 megapixel con Flash LED.

Diverso discorso va fatto per la fotocamera anteriore dei Google Pixel 3 e Google Pixel 3 XL, entrambi infatti si ritrovano con un sensore da 8 megapixel ed in più c’è quello grandangolare. I due dispositivi si presentano differenti l’uno dall’altro, con il modello 3XL che può contare anche sul Notch. La vera novità è data dalla possibilità di caricare entrambi i device con la ricarica wireless, grazie al retro realizzato in vetro, infatti è stata lanciata anche la Pixel Stand per tale motivo. Insomma sono sicuramente smartphone interessanti, starà ora a voi decidere se anche di successo.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti