Google DV360, la gestione delle campagne pubblicitarie online non è mai stata così pratica

di Giovanni Ugolino del Monferrato 17 Febbraio 2020 16:41

Sono passati circa dodici mesi da quando è stata lanciata sul mercato la nuova piattaforma di marketing del colosso di Mountain View, ovvero Google DV360, eppure si tratta di un settore ancora sconosciuto per un gran numero di addetti ai lavori. Questo nuovo progetto di Google è stato scelto da parte di diverse aziende di grosse dimensioni, ma ancora non è stato adottato da gran parte delle agenzie di programmazione dei media e di tanti inserzionisti.

Eppure, si tratta di una piattaforma che porta con sé un gran numero di punti di forza e di opportunità, dal momento che sempre più aziende e brand la stanno utilizzando. Una delle agenzie con abilitazione di utilizzo è Cookies Digital, che ha raggiunto risultati di tutto rispetto nel corso degli ultimi anni, anche per la capacità di rinnovarsi e di puntare su strumenti sempre più all’avanguardia.

Le funzionalità di Google DV360

Questo strumento integra tutto ciò che può servire per sviluppare e produrre approfondimenti molto rapidamente e per ottimizzare la collaborazione, così come i risultati. Le principali funzionalità sono ovviamente connesse alla gestione delle campagne. Infatti, permette di realizzare e mandare in esecuzione un media plan su diversi canali, utilizzando un solo strumento.

Google DV360 può tornare più che utile per progettare nei minimi dettagli il proprio piano media. Infatti, mette a disposizione un piano di lavoro per realizzare un media plan completo in ogni suo elemento. C’è la possibilità di andare all’esplorazione di inventari e publisher in varie tipologie di acquisto.

Molto utili anche gli strumenti per programmare le proprie campagne in relazione alla copertura e alla frequenza che servono per il proprio pubblico e per rispettare il budget di cui si dispone. Tutto merito di una metrica condivisa per la televisione e per i filmati digitali, con cui si può effettuare in modo rapido e pratico il confronto del rendimento garantito dai propri canali.

Un’altra funzionalità molto interessante è quella che riguarda le offerte automatiche: infatti, permette di raggiungere gli obiettivi che sono stati prefissati senza dover procedere con l’ottimizzazione manuale della singola campagna. tutto merito dell’impiego di algoritmi di apprendimento automatico particolarmente potenti, che mettono a disposizione delle strategie di offerta automatica sviluppate appositamente per incrementare il rendimento ad ampio raggio. Ottime anche le soluzioni proposte per la gestione dei dati aziendali. Infatti, quando si hanno in mano tantissime campagne pubblicitarie, c’è bisogno di sfruttare degli strumenti aziendali e professionali, che riescano ad avvicinarsi il più possibile alle proprie esigenze. Grazie a Google DV360 c’è la possibilità di intervenire e modificare svariate campagne in modo semplice e rapido, incrociando i dati di ciascuna campagna e portando a termine indagini precise e specifiche in men che non si dica.

Il modulo dedicato alla creatività permette di collegare in maniera estremamente pratica e facile la propria strategia creativa ai dati e media plan di cui si dispone. La presenza di strumenti smart e di integrazioni del flusso di lavoro permettono di lavorare meglio con i dati, in modo tale da sviluppare delle creatività molto più specifiche per il singolo segmento di pubblico a cui si sta puntando.

Interessante anche l’inventario premium, con cui si può ritrovare in modo semplice e rapido, così come scoprire, inventari di elevata qualità sia da publisher che da emittenti di prima fascia. La negoziazione dei deal avviene in maniera diretta, comportando una procedura d’acquisto che si sviluppa in maniera rapida e fluida. La misurazione olistica, invece, permette di eseguire l’accesso alle metriche di campagna di cui si necessita: sia la visibilità che la verifica sono aspetti fondamentali per poter misurare in modo efficace la propria campagna e poter disporre di tali strumenti in un solo prodotto è estremamente vantaggioso.

Il modulo relativo alla gestione segmenti di pubblico consente di svolgere tale operazione nel medesimo prodotto con cui si portano a compimento gli acquisti di media. Così, le agenzie potranno andare alla ricerca di nuovi segmenti di pubblico, raggiungendo persone in maniera più specifica e mirata, utilizzando la capacità di Google di intuire e prevedere le possibili intenzioni della clientela.

Le integrazioni proposte nel 2020

L’ultimo aggiornamento di Google DV360 ha portato in dote un update che riguarda le esperienze di creazione e il targeting per pubblico specifico, mentre poco tempo prima varie campagne e flussi di lavoro hanno subito più di qualche ritocco. A breve dovrebbe cominciare anche l’archiviazione automatica delle fonti di inventario che non vengono utilizzate, in modo tale da rendere decisamente più semplice la gestione delle diverse offerte che risultano attive all’interno della scheda relativa al proprio inventario. I nuovi consigli professionali dei vari team di ottimizzazione permettono di aumentare l’efficienza delle diverse campagne: si può trovare tutto all’interno del Centro assistenza DV360. Novità anche all’interno della sezione Cronologia, per visualizzare un quantitativo più ampio di dati, oltre che la selezione del modello per i report offline, che adesso si trova all’interno della pagina di configurazione del report.

Commenti