Google, arrestato dirigente per non aver rimosso un video su YouTube

Utente viola una legge elettorale e pubblica un video su YouTube. Il giudice brasiliano firma il mandato di arresto per un dirigente Google.

di Daniele Perotti 29 settembre 2012 20:15
Google sede logo

Brutte notizie arrivano dalle alte sfere del colosso di Mountain View, sembra infatti che nelle scorse ore un alto dirigente di Google sia stato posto sotto arresto dalla polizia federale brasiliana, il motivo sembra a dir poco assurdo eppure l’uovo è attualmente sotto arresto in attesa dello svolgimento delle procedure locali.

Il motivo, seppur assurdo, riguarderebbe un video pubblicato sul noto social network, stiamo parlando ovviamente di YouTube, il filmato che ha portato all’arresto di Flavio Peren, mostrerebbe alcune immagini che violerebbero il diritto elettorale. Seppur non sia stato Flavio Peren a girare il video, il suo ruolo da dirigente ha portato a mettere il suo nome sul mandato firmato dal giudice brasiliano che si occupa del caso. Google, secondo il giudice, avrebbe rifiutato di rimuovere il video incriminato da YouTube.

A concludere, il giudice ha firmato l’arresto anche per Fabio José Silva Coelho, in quanto rappresentante di Google in Brasile, sempre con la motivazione di aver diffuso un video reputato diffamatorio nei confronti di un candidato alle elezioni locali

Il colosso di Mountain View, a difesa dei suoi dipendenti, per mezzo di un portavoce ha confermato e ribadito che Google e i suoi dirigenti e dipendenti non possono essere assolutamente presi come responsabili per i contenuti pubblicati direttamente dagli utenti. In una recente intervista al portale Reuters, proprio dedicata a questo tema, un portavoce di Google ha spiegato come l’azienda ha da sempre sposato il diritto di libera informazione soprattutto in tema di campagne elettorali e che si tratta di un diritto per tutti gli elettori di paesi democratici.

Le ultime indiscrezioni trapelate annunciano un imminente rilascio per Coelho mentre sembra che per colui che ha pubblicato e condiviso i propri video si prospetta un duro periodo, sembra infatti che in violazione alle leggi elettorali brasiliane rischia fino ad un anno di carcere.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Tags: google · youtube
Commenti