Ecco come scegliere le pile ricaricabili

Un modo per risparmiare e ricaricarle velocemente.

di Ilaria Fedele 24 gennaio 2013 11:29

Le pile che alimentano i vari apparecchi che usiamo quotidianamente possono essere di due tipi: batterie usa e getta e le pile ricaricabili. Le batterie usa e getta inquinano la natura per cui devono essere assolutamente gettate negli appositi contenitori e mai lasciate nell’ambiente. Inoltre il loro smaltimento è costoso. Le batterie ricaricabili, invece, rappresentano un modo ottimale sia dal punto di vista della tutela ambientale che del risparmio. La loro qualità è superiore e garantiscono un miglior risultato con i vari strumenti che alimentiamo con esse.

Vediamo come sceglierle e come ricaricarle velocemente.

Le batterie NiMH, al nickel e metallo, garantiscono un minimo impatto ambientale, sono più leggere, si caricano velocemente e hanno una buona autonomia. Purtroppo costano di più rispetto a quelle usa e getta anche se la possibilità di ricaricarle è di circa 300 volte, dopo di che si ha una diminuzione delle loro prestazioni. I caricabatterie, generalmente, vengono regalati con le pile. Qualche inconveniente è provocato dal freddo. Infatti una bassa temperatura ne riduce la durata.

Le batterie NiCd, al nickel e cadmio sono molto meno costose rispetto a quelle NiMH e hanno il vantaggio di essere durevoli anche con il freddo che può arrivare fino a 35 gradi. Sono durevoli e ricaricabili velocemente. Hanno, però, il difetto di aver una minore carica di energia e di essere più pericolose per l’ambiente a causa delle sostanze tossiche che contengono.

Le batterie al litio sono le migliori di tutte, possono essere ricaricate quando si vuole, producono la stessa potenza delle NiMH e sono poco inquinanti in quanto non contengono sostanze tossiche. L’unico neo è il loro costo.

Per ogni tipo di batteria va utilizzato il ricarica batterie ufficiale della casa di produzione delle pile e del modello di batterie.

In caso non se ne fosse forniti bisogna tener conto delle caratteristiche del materiale e della potenza e amperaggio delle pile che si vogliono ricaricare al fine di scegliere il ricarica batterie più adatto garantendo una ricarica ottimale e più durevole.

2 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti