Cos’è una mailing list e come può essere utile allo sviluppo del business

sviluppare un business con l'email marketing

di Redazione 3 Febbraio 2021 10:48

Quando ci si avvicina al mondo dell’email marketing per sviluppare il proprio business o per incrementare il traffico verso un blog si comprende quanto sia importante poter contare su un elenco di nominativi ai quali veicolare – in maniera discreta e mai opprimente – info e promozioni commerciali.

Impostare una corretta strategia di email marketing permette di mantenere costantemente informati gli utenti in merito alle ultime novità, aiuta ad incrementare la notorietà del brand e consente di entrare in contatto con nuovi potenziali clienti. Soprattutto all’inizio, sarà utile ricorrere a un servizio email marketing gratuito in modo da comprendere come inviare le prime newsletter e come sia più giusto gestire le campagne. Vediamo ora come si crea, come si amplia e in che modo sia possibile sfruttare una mailing list per raggiungere tutti i nostri obiettivi di business.

Gli elementi strategici per impostare una campagna performante

La mailing list è un elenco di indirizzi di posta elettronica i quali vengono utilizzati per inviare comunicazioni di tipo promozionale. Il dato più importante che è contenuto all’interno della lista è certamente rappresentato dalla mail ma non è il solo a risultare strategico per impostare una campagna performante.

La lista potrà essere essenzialmente di due tipi: un elenco di indirizzi di posta elettronica oppure un elenco di indirizzi e altri dati utili a identificare l’utente. Nel primo caso si tratta generalmente di mailing list create a partire da una box newsletter posizionata sul portale che richiedeva di lasciare solo un indirizzo per registrarsi. E’ una soluzione perfetta per l’eventualità in cui l’obiettivo sia veicolare newsletter a cadenza regolare, senza bisogno di personalizzare i messaggi. L’altro elenco, più ricco, è quello generalmente impiegato per un utilizzo di tipo professionale. Si possono selezionare i profili degli utenti in base a posizione geografica, età, lavoro e non solo così da fornire informazioni più interessanti attraverso l’invio di mail. E’ molto importante creare contenuti di qualità e diffondere mail a prova di Spam.

Come si struttura un elenco di contatti

Una volta deciso di intraprendere il percorso di email marketing bisogna capire in che modo sia più giusto mettere insieme i contatti per fare comunicazione. Occorre per prima cosa fare mente locale su quali dati si debbano richiedere agli utenti e quali siano le fonti di ingresso di queste informazioni così preziose. Bisogna esaminare principalmente l’elemento ‘box newsletter’ presente sul portale, che dovrebbe sempre essere ben visibile e non relegato a fondo pagina. E’ spesso composto da una sola riga, pronta ad accogliere l’indirizzo mail: il vantaggio è che è più facile da compilare, lo svantaggio è che si avranno poche info relative agli utenti. Ci serve sapere qualcosa di più in merito a lavoro, titolo di studio e area geografica a seconda della mission aziendale. Ecco perché sarà giusto inserire un campo ad hoc per poter fare una scrematura: diversificare è infatti la chiave per offrire una comunicazione personalizzata e performante. Riuscire a integrare l’email marketing con le campagne di social media marketing consentirà di portare lo sviluppo del business a un livello superiore.

Commenti