Come scegliere un cavo hdmi: consigli e suggerimenti

Esistono diverse tipologie di cavi hdmi, vediamo nel dettaglio come scegliere quelli più adatti alle proprie esigenze.

di Maria Barison 23 Marzo 2021 11:00

Scegliere un cavo hdmi è un’operazione comune, svolta abitualmente da moltissime persone, in quanto negli anni sono aumentati notevolmente i dispositivi con un ingresso di questo tipo. La tecnologia hdmi è stata studiata e messa a punto per trasmettere dei segnali audio e video di altissima qualità, in modo semplice e immediato. Nel corso degli anni la loro resa è stata incrementata dal progresso tecnologico operato nel settore.

Hdmi è un acronimo che in inglese significa High Definition Media Interface e sta proprio a significare la capacità di offrire un’interfaccia grafica di alta qualità e definizione. Si tratta di un cavo progettato per unire in un’unica soluzione sia i segnali audio che quelli video con una qualità molto elevata. Ovviamente però i cavi hdmi non hanno tutti la stessa qualità ed è importante rivolgersi a produttori certificati e a venditori affidabili, in modo da poter disporre di strumenti di alta affidabilità.

Utilizzo dei cavi hdmi

Un filo hdmi può essere utilizzato per tutti i dispositivi che hanno un’uscita compatibile con la modalità hdmi, come ad esempio un monitor, computer e proiettori. I cavi hdmi possono essere tra loro differenti, i modelli principali sono:

  • Standard.
  • Standard con Ethernet.
  • Ad alta velocità.
  • A alta velocità con Ethernet.
  • Cavi di qualità più elevata.

Tra loro i cavi non presentano particolari differenze alla vista e sono tutti leggeri. Ciò che cambia è la conformazione interna. I cavi hdmi standard sono quelli più comuni e sono stati creati per la maggior parte dei dispositivi comunemente utilizzati in casa e in ufficio. Questo cavo permette di trasportare una risoluzione video di 720p o 1080i con una definizione elevata. Si tratta cioè della tecnologia definita comunemente HD molto utilizzata nei lettori per DVD e nei dispositivi di riproduzione digitale.

I cavi hdmi con Ethernet, sia classici che ad alta velocità, sono invece concepiti per unire alle utilità del cavo standard il vantaggio della trasmissione di dati di connessione di rete, permettendo dunque ai segnali audio e video di essere trasmessi anche attraverso la connettività. I modelli ad alta velocità sono invece stati creati per supportare la tecnologia 4K, Ultra HD e 3D. Oltre ad una qualità di riproduzione più elevata permettono anche di avere colori più nitidi e intensi.

Caratteristiche tecniche dei cavi hdmi

I cavi hdmi hanno la particolarità di contenere quattro coppie intrecciate di cavi schermati, con ben 19 pin di funzionamento. Questi servono per permettere agli utilizzatori di ottenere un’esperienza di utilizzo molto elevata, con immagini di elevata qualità e audio ben chiaro e distinto. Questa tipologia di filo è inoltre molto semplice da trasportare, anche all’interno di zaini, borse o valigette 24 ore.

In generale questi cavi possono avere una configurazione che permette di ottenere varie coppie di cavo di entrata e di uscita:

  • da mini hdmi a hdmi;
  • da vga a hdmi;
  • da dvi a hdmi;
  • da usb a hdmi.

In questo modo ogni utilizzatore può scegliere il modello che si adatta meglio alle proprie circostanze e ai propri apparecchi. La modalità ad alta velocità è alla base della resa dei dischi Blu Ray, mentre invece quella con Ethernet ha il vantaggio di consentire anche una condivisione di una connessione di rete e risulta particolarmente utile per un uso in ufficio e in generale per un utilizzo professionale.

I cavi di maggior qualità sono però quelli placcati in oro, in quanto possono disporre di una maggiore schermatura e della massima resistenza. L’oro consente infatti di ottenere le migliori prestazione in quanto a conducibilità del segnale e alla resistenza che consente al cavo di durare a lungo nel tempo. La qualità visiva di questi cavi è eccezionale e non tende a deteriorarsi nel tempo.

Tags: cavo hdmi
Commenti