Come scaricare applicazioni Android gratis

Ecco una scorciatoia da utilizzare per scaricare gratuitamente le app a pagamento di Google Play.

di Daniela Caruso 10 Dicembre 2012 11:58

Una delle tante cose buone di Android rispetto a iOS è che un gran numero di applicazioni sono disponibili gratuitamente. Tuttavia, vi sono ancora molte applicazioni che vanno scaricate a pagamento. Per esempio, volete abbellire il vostro schermo con un nuovo lanciatore come Launcher Pro Ex. Questa, però, è un’app a pagamento. Come possiamo ovviare al problema? Un modo è quello di utilizzare il sistema di condivisione di file, offerto dal sito www.4shared.com. Nella barra di ricerca del portale, inserite il nome dell’applicazione seguita da temine extension.apk.

Per esempio, se si desidera scaricare l’ADW Launcher Ex versione completa, basta andare sul sito di cui sopra e immettere nel campo di ricerca il nome dell’applicazione. Saranno visualizzate molte versioni, quindi assicuratevi di scaricare la versione che più si avvicina a quella più recente presente su Google Play. Dopo aver scaricato il file sul desktop, è sufficiente trasferirla sul telefono Android, ricordando la posizione alla quale l’avete inviata sul vostro cellulare.

Ora utilizzando un esploratore di file come Astro, andare in quella posizione sul telefono e sarà sufficiente fare clic su di essa e installare l’applicazione. Siete pronti per partire. Questo metodo, dunque, rappresenta uno dei modi più semplici per scaricare e installare applicazioni in modalità gratuita, anche se, in realtà, sullo store di Gooogle sono a pagamento. Ovviamente, il consiglio che vi diamo è sempre quello di collegarvi dal vostro dispositivo su Google Play e acquistare le applicazioni, come di consueto, anche per ringraziare e legittimare il lavoro degli sviluppatori, senza utilizzare queste scorciatoie. È bene ricordare che scaricare app a pagamento tramite portali simili non garantisce il pieno funzionamento delle stesse applicazioni sul vostro cellulare.

Eventuali malfunzionamenti, infatti, potrebbero derivare dal fatto che l’applicazione è stata scaricata al di fuori del negozio ufficiale di Google: esse, infine, potrebbero anche essere lanciate normalmente e riscontrare dei problemi nell’espletamento delle loro funzioni, che si tratti di app di produttività o giochi.

Commenti