Come ridurre la luminosità del notebook

Regolare in maniera opportuna la luminosità dello schermo del computer portatile è molto importante al fine di evitare di affaticare troppo gli occhi. Ecco come fare.

di Martina 22 Aprile 2016 9:00

Avere lo schermo del notebook ben illuminato permette di visualizzare in maniera ottimale tutto ciò che è presente sul desktop. Tuttavia in alcuni casi un eccessivo grado di luminosità dello schermo può infastidire. In situazioni di questo tipo è possibile intervenire andando a ridurre la luminosità del notèebook.

Anche se apparentemente può sembrare complicato abbassare la luminosità del PC è un vero e proprio gioco da ragazzi e consente di evitare che gli occhi si affatichino troppo.

Per ridurre la luminosità del notebook è innanzitutto possibile utilizzare gli appositi pulsanti che solitamente sono presenti sulla tastiera. Solitamente ce ne sono quattro: uno serve ad aprire il menu con tutte le impostazioni del monitor su schermo, uno serve per andare su/avanti, uno per andare giù/indietro e uno per selezionare le voci del menu. Basta quindi aprire il menu, utilizzare i tasti su e giù per evidenziare l’opzione relativa alla luminosità dello schermo del portatile, premere il tasto per selezionare la voce evidenziata ed utilizzare i tasti su e avanti e giù e indietro per regolare il grado di luminosità.

In alternativa al metodo appena indicato, è possibile ridurre la luminosità dello schermo del portatile tenendo premuto il tasto Fn sulla tastiera e premendo uno dei due tasti con sopra l’icona del sole, solitamente F11 e F12, avendo cura di ripetere l’operazione per il numero di volte che si desidera aumentare o abbassare la luminosità.

Infine, è bene tener presente che è possibile ridurre la luminosità dello schermo anche utilizzando il Pannello di controllo di Windows facendo clic su Hardware e suoni e poi su Opzioni risparmio energia. Una volta fatto ciò verrà mostrata una barra di scorrimento mediante la quale regolare il grado di luminosità direttamente dal sistema operativo.

Photo Credits | Andrei Rahalski / Shutterstock.com

Commenti