Come raffreddare notebook

Riuscire a raffreddare il notebook è estremamente importante. Per fare ciò esistono diversi sitemi, scopriamo subito i migliori.

di Martina 29 gennaio 2016 14:25
Foto di un notebook

Anche se la stagione estiva ancora abbastanza lontana sapere quali accorgimenti adottare per poter raffreddare notebook può essere senz’altro molto utile al fine di evitare di incappare in fastidiose problematiche.

Di sistemi grazie ai quali raffreddare notebook ne esistono diversi e possono rivelarsi più o meno efficaci a seconda di quelle che sono le diverse condizioni di ogni computer.

Una prima valida soluzione per raffreddare notebook consiste senza alcun dubbio nel cercare di limitare gli sforzi da far compiere alla macchina, magari evitando l’utilizzo di programmi molto impegnativi per il processore e/o di aprire tanti software in contemporanea.

Anche utilizzare alcuni appositi programmi può rivelarsi molto utile per raffreddare notebook. Tra i programmi più validi e famosi grazie ai quali è possibile andare a raffreddare notebook vi è senza alcun dubbio SpeedFan, un applicativo scaricabile cliccando qui e grazie al quale è possibile monitorare le temperature interne della macchina e regolare la velocità delle ventole.

Un ultima valida soluzione per raffreddare notebook consiste poi nel procedere con l’acquisto di una base di raffreddamento. Si tratta di basi in metallo dotate di una o più ventole sulle quali bisogna appoggiare il portatile per favorirne l’areazione e ridurne la temperatura interna e che di solito si alimentano tramite un cavo USB collegato al computer stesso. È possibile acquistare una base di raffreddamento nei negozio di elettronica e di informatica o attraverso gli store online. Il prezzo delle basi di raffreddamento può variare a seconda di quelle che sono le loro caratteristiche.

Photo Credits | Konstantin Chagin / Shutterstock.com

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti