Come pulire il tuo profilo Facebook

Facewash è una web app che vi permette di ripulire il vostro profilo Facebook da bestemmie e parolacce.

di Daniela Caruso 26 gennaio 2013 14:57

Gli utenti si iscrivono a Facebook e iniziano a postare qualsiasi sorta di link, senza pensare che, magari, la nonna o il capo possa vederne la timeline, piena zeppa di idiozie, link poco decorosi e parolacce. Per evitare figuracce, sia con i parenti che con i propri datori di lavoro, sarebbe meglio dare una ripulita al proprio profilo e renderlo più decente. Sarebbe consono eliminare le foto che vi ritraggono in situazioni equivoche o deleterie per la vostra immagine pubblica e cancellare, specialmente, i post nei quali date libero sfogo a bestemmie e frasi di cattivo gusto.

Facewash può darvi una mano in tal senso. L’applicazione, infatti, filtra meticolosamente la vostra timeline, in modo da rintracciare i post più “compromettenti”. Tre studenti non ancora laureati della Kent State University hanno creato questa web app che pulisce il vostro profilo, dandogli un “volto nuovo”. L’applicazione permette agli utenti di cercare ripulire il profilo, attraverso una lista di parolacce, ossia un insieme pre-compilato di termini offensivi o di cattivo gusto. È inoltre possibile inserire le parole e i risultati restituiti vengono visualizzati in categorie come link che vi sono piaciuti o come commenti.

Una volta rintracciato il contenuto discutibile, gli utenti hanno la possibilità di eliminarlo o modificare le impostazioni di privacy. Come la maggior parte delle applicazioni compatibili con Facebook, Facewash chiede l’accesso alle informazioni di base, all’indirizzo email, alle informazioni del profilo e alle foto. L’applicazione è gratuita ed è ideale per i professionisti che vogliono presentarsi con un profilo curato, come sottolineano, sulla loro pagina, i creatori Camden Fullmer, Daniel Gur e David Steinberg. “Facebook non dimentica mai”, questa è la frase degli sviluppatori, che ricordano agli utenti di essere sempre vigili su quanto postato e detto sulla piattaforma sociale di Mark Zuckerberg, soprattutto negli anni passati al college.

11 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti