Come aumentare la memoria degli smartphone Android a fascia media

La memoria interna si satura con poche applicazioni, vediamo come superare il problema.

di Ilaria Fedele 5 gennaio 2013 11:46

Gli smartphone Android di fascia medio bassa hanno una scarsa memoria interna disponibile. La memoria per l’archiviazione è di circa 500 MB e tende a saturarsi con una dozzina di installazioni e pochi files. Subito dopo appare sullo schermo lo sgradito messaggio di “memoria insufficiente“.

Grazie ad uno script realizzato in Italia è possibile ovviare all’inconveniente. Il funzionamento dello script è stato testato con successo su molti dispositivi ed è completamente trasparente ad Android.

Vediamo innanzitutto quali siano i requisiti necessari per poter procedere con l’attuazione della procedura. La ROM in uso sul device deve avere Busybox installata, anche il kernel installato deve supportare /etc/init.d e almeno uno dei formati ext2/ext3/ext4. Inoltre la scheda SD deve essere dotata di una seconda partizione in un formato *.ext supportato dal kernel.

Per procedere all’istallazione dello script bisogna eseguire un backup completo con CWM, quindi eseguire il riavvio in stock recovery oppure in CWM del device. Se viene fatto il riavvio in CWM bisogna controllare che /system sia montata. A questo punto scaricare ed installate il file S2SD.zip e quindi riavviare lo smartphone.
Il telefonino, al riavvio, caricherà e visualizzerà i software installati.

Per il ripristino va eseguito il riavvio in stock recovery oppure in CWM dello smarphone. Se viene riavviato in CWM bisogna controllare che /system sia montata. Quindi va scaricato ed installato il file S2SD_uninstall.zip e riavviato lo smartphone.

Va tenuto presente che tutti i dati sensibili quali rubrica, messaggi, e quant’altro si trovano in /data/data. Per questo motivo lo smartphone vedrà due partizioni la /data e la /sd-ext e metterà a disposizione la memoria di entrambe per funzionalità diverse. Ma se il caricamento della scheda SD dovesse fallire il telefono sarà ancora funzionante per le operazioni primarie.
Lo script viene aggiornato dall’autore e per avere gli aggiornamenti basterà eseguire l’installazione del nuovo file *.zip.

4 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti