Chrome è il browser più utilizzato, ma solo per un giorno

Chrome è stato il browser maggiormente scelto dagli utenti di tutto il mondo, ma per un solo giorno. Riuscirà il browser di Google a sbaragliare la concorrenza?

di Daniela Caruso 22 marzo 2012 12:27
Il browser di Google


Google Chrome ha superato Microsoft Internet Explorer ed è diventato il numero uno nel mondo dei web browser, ma solo per un giorno. Secondo StatCounter, che ha prodotto una serie di dati di monitoraggio web, ci sarebbe stata una forte tendenza a utilizzare Chrome durante il fine settimana che ha portato Chrome al primo posto a livello mondiale proprio domenica, 18 marzo.

StatCounter ha pubblicato le statistiche che dimostrano come Chrome sia stato usato in India, Russia e Brasile, paesi che hanno contribuito, in modo determinante, a conclamare il browser di Google come il numero uno dei browser per quel giorno su base globale. “Anche se è solo un giorno, questa è una pietra miliare”, ha detto il Ceo di Statcounter Aodhan Cullen. Ha aggiunto, inotre, che Chrome deve ancora affrontare una decisiva battaglia per spodestare i suoi rivali principali, tra cui IE e Firefox, in molti Paesi.
Chrome, secondo le statistiche prodotte, normalmente si classifica al secondo o al terzo posto in Cina, Stati Uniti e Germania. “Chrome può prendere l’iniziativa di avviare la guerra con gli altri browser concorrenti e solo a lungo termine si possono vedere i risultati. Tuttavia,  la tendenza all’utilizzo di Chrome durante il fine settimana è innegabile. Nel week end, quando le persone sono libere di scegliere quale browser utilizzare, molti di esse optano per Chrome a discapito di IE “, ha aggiunto Cullen.

I datidi Statcounter si basano su oltre 15 miliardi di pagine viste al mese, quattro miliardi dagli Stati Uniti, dal quale è emanata una rete di oltre tre milioni di siti web. La società di monitoraggio web ha sottolineato che tali dati non vanno applicati a Paesi di tutto il mondo, sostenendo che tali fattori di ponderazione non sono rilevanti per le statistiche dei singoli Stati. La lotta è dura, ma pare che a Google Chrome lo scontro non spaventa affatto.

3 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti