Aspirapolvere Electrolux: consigli utili da seguire in fase di acquisto

Tutto quello che dobbiamo sapere a proposito dell'aspirapolvere Electrolux

di Maria Barison 5 Agosto 2022 9:17

Al giorno d’oggi, uno degli elettrodomestici di cui non si può proprio fare a meno è certamente l’aspirapolvere. La scelta di un prodotto del genere, però, deve essere fatta con la massima attenzione, visto che si devono tenere in considerazione diversi aspetti che riguardano la propria abitazione.

Non è certo così semplice trovare immediatamente il modello che più è in grado di soddisfare ogni esigenza e preferenza. Per questo motivo, è sempre meglio avere le idee chiare su quelle che sono le proprie necessità. Non solo, dato che serve sempre puntare sull’acquisto di modelli di qualità, come quelli del marchio Electrolux.

È chiaro che una delle prima domande che ronzano in testa è quella relativa al modello migliore per l’attività di pulizia che si deve svolgere entro le mura domestiche. Di conseguenza, uno dei marchi più affidabili che sono presenti sul mercato è senz’altro Electrolux, che propone davvero un gran numero di modelli differenti, come ad esempio aspirapolvere a sacco oppure aspirapolvere ciclonici.

Gli aspirapolvere con sacco

Tutti i vari modelli che sono dotati di apposito sacco della gamma Electrolux, condividono alcune caratteristiche ben precise. In primo luogo, si tratta del livello di capacità di sacchetti che vengono impiegati, che è piuttosto notevole. Si tratta di un aspetto, tra l’altro, che incide positivamente, evitando di consumare troppi sacchetti molto di frequente.

Infatti, questi sacchetti presentano una capacità che spazia da una soglia minima pari a 3 litri fino ad arrivare a una soglia massima intorno a 5 litri. Al tempo stesso, è davvero invidiabile anche la capacità aspirante. Infatti, facendo un semplice e rapido confronto tra i vari dati che vengono indicati sulle etichette energetiche di questi prodotti, si può notare come sia notevole l’efficienza in termini di aspirazione sui tappeti. Questi ultimi con ogni probabilità, rappresentano la superficie più complicata da aspirare, ma gli aspirapolvere con sacco Electrolux sono in grado di garantire un ottimo livello di efficacia.

I modelli ciclonici

La gamma Electrolux comprende diversi modelli anche senza sacco, che vengono ribattezzati anche ciclonici. In questo caso, la principale caratteristica che condividono è senz’altro quella di garantire dei consumi che si spingono tra 20 e 28 kWh all’anno.

Potenza e capacità di aspirazione, ma anche il filtro

Tra i vari aspetti che è necessario prendere in considerazione in fase di scelta troviamo senza dubbio la potenza, così come la capacità di aspirazione di un aspirapolvere. La potenza è strettamente legata all’energia elettrica di cui necessita il motore per poter funzionare al meglio. In questo caso i dati sono variabili, ma in ogni caso a partire da qualche anno ci sono diversi modelli che riescono a garantire una potenza massima fino a 900 watt.

Spostando l’attenzione in merito alla capacità di aspirazione, invece, si può notare come sia un dato che non è correlato unicamente alla potenza del motore. Infatti, tanto dipende anche dalla forma che caratterizza le spazzole, così come le varie bocchette che sono dedicate all’attività di aspirazione. In determinate occasioni, si è notato come dei modelli che presentavano la medesima potenza, in realtà presentano una capacità di aspirazione differente, per merito dell’integrazione con spazzole dotate di una maggiore efficienza.

Infine, è necessario prestare attenzione anche al filtro. Ciascun aspirapolvere, infatti, si caratterizza per avere dei filtri che sono in grado di evitare che sia lo sporco che la polvere possano diffondersi nell’ambiente circostante una volta terminata l’aspirazione. Il sacchetto è il primo filtro che viene installato nella struttura di tale elettrodomestico, ma poi esiste anche un apposito filtro motore, che riesce a proteggere proprio il motore, oltre a un filtro in uscita che evita che la polvere possa finire nuovamente sulla superficie appena aspirata.

Tags: guida
Commenti