Tutta la musica diventa disponibile in iCloud

Apple ha lanciato in Italia un nuovo servizio musicale in the cloud

di Ilaria Fedele 2 maggio 2012 12:25
Come convertire file audio in MP3

Il servizio musicale di Apple, iTunes Match, che è stato appena lanciato in Italia, rende disponibile tutta la musica degli abbonati in the cloud, cioè si può ascoltare la propria musica da qualsiasi posto senza doverla caricare sul dispositivo, solo con una connessione internet.


Con iCloud le canzoni e tutta la nostra raccolta musicale verrà scansionata, memorizzata e accessibile in streaming da qualsiasi luogo e da qualunque dispositivo nel quale inserire in nostro log-in. Ovvero Match abbina una canzone della libreria con il database di Apple e la render disponibile nella Cloud senza doverla caricare. Il che è possibile su Pc, Mac, iPhone,dal 3GS in poi, iPad e iPod Touch, dalla terza generazione in poi, e Apple TV.
È un servizio in abbonamento e costa 24,99 euro all’anno. Viene automaticamente attivato il rinnovo automatico se è abilitato.
Il servizio iTunes Match può salvare su iCloud 25 mila canzoni e ogni canzone non può superare i 200 MB. La riproduzione delle canzoni avviene in streaming però è possibile scaricarle cliccando sul pulsante di download di iCloud. Mentre ascoltiamo la canzone viene anche scaricata e salvata per poterla riascoltare quando non si è connessi. Per Apple TV invece bisogna sempre essere collegati, la riproduzione avviene soli in straming.
É possibile cancellare una canzone memorizzata in iCloud tramite la funzione Elimina anche questi brani da iCloud.
Per utilizzare iTunes Match bisogna possedere un Apple ID, lo stesso che si usa per iCloud. Si possono adoperate fino a 10 dispositivi diversi autorizzati con lo stesso ID. Le autorizzazioni possono essere controllate dalla sezione Account di iTunes.
I brani possono essere aggiornati alla qualità di 256 Kbps. Questa operazione non è automatica. Bisogna verificare che accanto al brano vi sia indicato che è abbinato, poi va selezionato e cancellato dal dispositivo, ma non da iCloud. Quindi va scaricato di nuovo.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti