Sony racconta il floating touch

Sony spiega il funzionamento della nuova tecnologia Sony racconta il floating touch sul blog ufficiale. Ecco di cosa si tratta

di Daniele Perotti 15 marzo 2012 7:00
Xperia Sole

Sony cavalca l’oda del suo nuovo smartphone l’Xperia Sole, che vi abbiamo presentato nella giornata di ieri, che sta destando molto interesse soprattutto per la nuova tecnologia introdotta da Sony: il floating touch che consiste nell’interagire con il display touch screen senza la necessità di toccarlo.

A rendere speciale il nuovo dispositivo prodotto da Sony è proprio la capacità di quest’ultimo di ricevere comandi  senza essere fisicamente toccato dall’utente, infatti recepisce i comandi anche se il vostro dito è ad una distanza inferiore ai 2 cm, questa nuova tecnologia introdotta da Sony renderà tutti i suoi prossimi dispositivi unici rispetto alla concorrenza. Ovviamente grazie a questo tipo di tecnologia possono essere attivate moltissime funzioni ma attivando anche le più basilari sembrerà di vivere nel futuro: pensate di controllare lo smartphone come fareste con un mouse. Il floating touch consente un’esperienza utente fuori da ogni logica a cui siamo abituati oggi tutti noi.

A spiegare il vero funzionamento del floating touch è la stessa Sony che ha pubblicato sul suo blog ufficiale una spiegazione dettagliata del funzionamento.

In parole povere il display del Sony Xperia Sole, ha spiegato l’ingegnere Erik Hellman, è composo da due diverse tipologie di sensori capacitivi, il primo chiamato mutual-capacitive usato nei classici display multi – touch mentre il secondo sensore detto self-capacitive è in grado di generare un segnale che gli consente di rilevare oggetti conduttivi distanti dallo schermo.
self_vs_mutualSony è riuscita nella magia riuscendo a combinare assieme queste due tecnologie realizzando un prodotto avveniristico che potrebbe cambiare una volta per tutte il metodo di input sia negli smartphone che nei tablet oltre a cambiare l’aspetto e le funzioni delle varie applicazioni.
Unico timore che ancora non è possibile eliminare è la durata della batteria, infatti Sony non ha rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale sull’autonomia dell’Xperia Sole ne tanto meno sul consumo energetico che questa tecnologia può arrecare allo smartphone rispetto al classico display multi-touch che siamo abituati ad avere sui nostri smartphone. Non ci resta quindi che attendere di avere tra le mani il nuovo Xperia Sole per poter colmare ogni dubbio e scoprire così la nuova tecnologia floating touch.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Tags: android · sony
Commenti