Test Drive per Android su Amazon

Il Test Drive di Amazon per Android su App Store permette di provare gratuitamente un'app prima di acquistarla.

di Ilaria Fedele 24 maggio 2012 13:55

App Store di Apple non ce l’ha ancora, invece Amazon ha introdotto nel suo App Store una nuova possibilità per il mondo mobile, il Test Drive che consente di provare una applicazione prima di acquistarla. Prima era possibile solo dal desktop, ora anche dai tablet e smartphone e permette di caricare via Cloud le applicazioni che ci interessano per poterle provare prima di pagarle.

Basta cliccare il “Test Drive” nella pagina del prodotto nello store e possono quasi immediatamente usare il touch screen per utilizzare l’app, riproducendo una simulazione dell’app sullo smartphone. In tal modo il fruitore potrà sperimentare l’app come se fosse appena installata. In un secondo momento la possono acquistare se è di loro gradimento.

Questa nuova feature è fruibile sia dal sito Web Amazon.com, che dall’applicazione stessa sui dispositivi che eseguono il sistema operativo Android, di qualunque versione. Naturalmente occorre aggiornare alla versione beta 2.5.53.

Il nuovo servizio funziona via Cloud, tramite il quale si accede per prova ad una applicazione senza doverla installare. Provvederà Amazon con i suoi potenti server farvi provare l’app e farvi interagire a titolo gratuito per un breve periodo di tempo.
Test Drive è ancora una funzione Beta e non è accessibile a tutti i telefoni Al momento non sono stati comunicati ufficialmente quali Smartphone o Tablet Android saranno resi compatibili ma la funzione è già presente su oltre 5000 applicazioni presenti nello Store.

Una nuova idea di Amazon, dopo il Kindle a colori, che sicuramente è una ottima idea, anche Apple dovrebbe essere incentivata a proporla. Anche perché sugli Apple Store è presente un’enorme mole di versioni Lite che poi, se piacciono, si devono acquistare in versione full a prezzo pieno. O anche molte app sono aggiornabili con In-App Purchase provocando una gran numero di fastidiose doppie descrizioni e recensioni. Molto meglio anche per la tutela dei clienti e anche degli autori che anche Apple adotti un “suo” Test Drive.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti