ƒ

Facebook, in arrivo nuove emoticon realizzate da Pixar

Matt Jones, illustratore di Pixar, ridisegnerà le emoticon di Facebook, dando loro un aspetto più "umano".

di Daniela Caruso 14 febbraio 2013 16:41

In arrivo nuove emoticon per Facebook, almeno secondo quanto riferito da un articolo postato su BuzzFeed. Le nuove “faccine”, secondo le indiscrezioni trapelate, dovrebbero essere prodotte da Pixar, famosa casa di produzione cinematografica specializzata in “computer generated imagery”. L’illustratore che si occuperà di reinventare le emoticon per il popolare social network sarà Matt Jones. Gli stati d’animo, le sensazioni saranno tradotti in specifiche emoticon che tradurranno sentimenti quali l’amore materno, la devozione, la contemplazione, l’ammirazione, la gratitudine e così via. Jones è stato illustratore e storyboard artist per Wallace e Gromit Studio.

Facebook è stato abbastanza furbo da capire che le tradizionali emoticon sono piuttosto insignificanti” dice Jones. “Alla Pixar consideriamo stati emotivi ogni giorno con ogni disegno che facciamo. Il nostro lavoro è basato sullo studio che da anni facciamo, nel quale analizziamo costantemente i gesti e le espressioni delle persone nella vita reale“. Va detto che questa non è una collaborazione ufficiale tra Pixar e Facebook. Jones sta lavorando in modo indipendente. Jones annovera, nel suo curriculum, diverse collaborazioni eccellenti: da menzionare sicuramente quella con Dacher Keltner dell’Università di Berkley, con il quale ha condotto uno studio prendendo di riferimento il libro di Darwin sulle espressioni umane.

L’illustratore Pixar, inoltre, ha studiato le espressioni facciali per il suo lavoro su un nuovo film di Pete Docter (regista di Up e Monsters & Co), che si svolge nella mente di una giovane ragazza, al raggiungimento della maggiore età. Pixar è famosa per portare in vita oggetti inanimati come lampade, automobili e così via. Pertanto, visto che nel film il soggetto in questione è una ragazza, la cosa si è complicata e, pertanto, ha richiesto un ulteriore livello di dettaglio emotivo, in quanto si parla, appunto, di una teen-ager che sta crescendo e che non ha le idee ben chiare.

4 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti