Confrontiamo il prezzo di iPhone 5 e quello dei due Nokia

I prezzi dell’iPhone 5 oscillano dai 729 ai 949 euro a seconda del modello, il Lumia 920 sarà in vendita al pubblico a 599 euro, il Lumia 820 a 499 euro.

di Ilaria Fedele 28 settembre 2012 12:07

E’ iniziata la vendita al pubblico dell’iPhone 5 grazie alle “notti bianche” preannunciate dai gestori TIM, la 3 Italia e Vodafone. 

Invece le ultime novità di Nokia usciranno sul mercato a metà novembre 2012 secondo quanto ha dichiarato la società finlandese. Nella stessa dichiarazione sono stati specificati anche i prezzi dei nuovi smartphone e i gestori telefonici che li venderanno. Il Lumia 920 sarà in vendita al pubblico a 599 euro, il Lumia 820 a 499 euro. I due modelli saranno commercializzati da Vodafone, Telecom Italia, Wind e Tre Italia, entrambi sono compatibili con le reti Hspa+ ed Lte. Saranno dotati di City Lens, l’applicazione di localizzazione per Nokia Maps basata sulla realtà aumentata, di fotocamera provvista di tecnologia di imaging a lenti flottanti PureView e del il sistema di ricarica wireless.

Apple ha lanciato il nuovo melafonino con le parole “l’iPhone migliore di sempre” ma è anche il più caro. I prezzi dell’iPhone 5 oscillano infatti dai 729 ai 949 euro a seconda del modello (16 GB, 32 GB e 64 GB). Ma lo smartphone dell’azienda di Cupertino è cult, tanti li vogliono, costi quel che costi. E allora gli operatori telefonici si sono scatenati per accaparrarsi clienti con sconti, abbonamenti, rateizzazioni. Perfino qualche gestore propone un abbonamento di 30 mesi con un canone mensile fisso che include chiamate, sms e accesso ad internet e che offre il dispositivo a costo zero. Questo dà al cliente l’illusione di avere l’iPhone 5 gratis. Se si considerano dettagliatamente le tariffe di Tim e di 3 Italia si scopre che l’abbonamento mensile che include l’uso del cellulare costa in media circa 10-20 euro in più di quello che offre lo stesso traffico telefonico ma senza lo smartphone.

Pertanto il cliente paga il melafonino ma , facendo i conti, risparmia in media un centinaio di euro anche se paga a rate e senza interessi. Va considerato tuttavia che il cliente resta vincolato al gestore per 30 mesi, il che non è poco vista la velocità in cui cambia la tecnologia e la concorrenza.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti