Come funziona eMule

Ecco come funziona il programma di file sharing più utilizzato al mondo.

di Daniela Caruso 4 novembre 2012 12:37

eMule è un’applicazione gratuita peer-to-peer di file sharing per Windows. Il programma fu lanciato nel maggio 2002, come alternativa a eDonkey2000. eMule ora si collega sia alla rete eDonkey che alla rete KadLe caratteristiche distintive di eMule sono lo scambio diretto delle fonti tra i nodi client, il recupero veloce di download corrotti e l’uso di un sistema di crediti per premiare i frequenti uploader. Inoltre, eMule trasmette i dati in moduli zlib -compressi, per risparmiare banda. eMule è codificato in C + +, attraverso le Microsoft Foundation Classes. Dal luglio 2002 eMule è un software libero, rilasciato sotto la GNU General Public License. A partire dal marzo 2012, è il programma più popolare su SourceForge, con oltre 639 milioni di download. Le versioni correnti (v0.40 +) di eMule hanno aggiunto il supporto alla rete Kad. Questa rete ha un’implementazione del protocollo Kademlia, che non si basa su server centrali come fa la rete eDonkey, ma è una implementazione di una tabella hash distribuita.

Le versioni più recenti sono dotate di ricerca con unicode, permette ricerche di file contenuti in alfabeti non latini e la possibilità di ricercare i server per i file con fonti complete di file finiti sulla rete eDonkey. Nelle versioni recenti, è stata aggiunta una “bad source list”: l’applicazione aggiunge un indirizzo IP a questa lista dopo una connessione non riuscita. Dopo aver aggiunto un IP, l’applicazione considera questo IP come IP “morto”. Gli IP non disponibili sono inaccessibili per un periodo di tempo da 15 a 45 minuti. Alcuni utenti si sono lamentati che ciò comporta una perdita di sorgenti attive e rallenta quindi la velocità di download. Altre aggiunte recenti includono: la possibilità di eseguire eMule da un account utente con privilegi limitati (quindi migliorandone la sicurezza), e la Gestione intelligente (in modo che un pezzo danneggiato non abbia bisogno di essere ri-scaricato del tutto). La versione 0.46b  haaggiunto la creazione e la gestione della raccolta dei file eMule, che contengono una serie di link a file che devono essere scaricati come insieme.

I concetti di base di eMule

Ogni file che viene condiviso con eMule genera una lista di hash che comprende 9500 pezzi separati di kilobyte utilizzando l’algoritmo MD4 algoritmo. Il primo livello contiene la dimensione del file, nome del file e diversi attributi di ricerca secondari quali il bitrate e codec memorizzati sul server ed2k server e sul serverless della rete Kad .

Impostare i parametri di ricerca in eMule v0.5a

Gli utenti possono cercare i nomi dei file nei server, i quali contengono un identificatore unico composto da primo livello MD4 hash del file e la dimensione del file che può essere aggiunta al downloadI server restituiscono un insieme di IP/porte che indicano le posizioni dei client che condividono il file.

Cos’è l’ID basso?

Gli utenti che non possono essere raggiunti dall’esterno perché sono firewall, dietro un dispositivo NAT dispositivo che non è stato correttamente inoltratoo il cui indirizzo IP termina con uno zero, ottenengono un “ID basso” dal server. Sono ancora in grado di caricare e scaricare, ma è necessario l’aiuto di server o di altri client Kad per raggiungerne. Dal momento che non è possibile connettersi a qualsiasi altro client con ID basso, vedono solo il 40% -60% dei client. Il loro IP e le porte non vengono scambiati tra gli altri peer, limitando, così, le loro possibilità di trovare fonti attraverso eMule. 

Un client ID basso consuma anche più dati su un eServer di un client ID alto a causa delle lowidcallbacks. Inoltre, un releaser o uploader pesante che utilizza un mod releaser come MorphXT o Xtreme che è costretto a operare su un ID basso, avrà poco controllo anche sulle sue priorità di upload (soprattutto PowerShares). 

Sistema di Attestazione

I crediti non sono globali, ma vengono scambiati tra due client specifici. Il sistema di credito è utilizzata per premiare gli utenti che contribuiscono alla rete, ossia che incentivano il caricamento ad altri client. Il sistema di coda di eMule si basa sul tempo di attesa che un utente ha trascorso restando in coda, in attesa di poter scaricare il file. 

11 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti