Leonardo.it
IsayBlog

Che cos’è il codice IMEI del cellulare e a cosa serve?

Dove trovare il codice IMEI, a cosa serve e perché ogni cellulare dispone di un numero identificativo univoco.

di Daniela Caruso 16 novembre 2012 14:58
imei_codice

Avete mai l’acronimo “IMEI”? Sapete a cosa si rifesce? Esso fa capo all’identità del telefono: ogni cellulare possiede un numero unico IMEI, destinato a rimanere lo stesso per tutta la durata del prodotto. Il codice IMEI viene utilizzato, soprattutto, per bloccare il telefono in caso di furto. Vediamo, nello specifico, a cosa serve tale codice. 

Che cosa è un IMEI

IMEI letteralmente sta per International Mobile Equipment Identity. L’indizio è nel nome, ma ogni dispositivo deve avere un IMEI unico per differenziarlo dagli altri. Quando si acquista un nuovo telefono cellulare è possibile notare l’IMEI sulla scatola o anche sulla ricevuta. Anche se dovete portare il telefono in riparazione, potrebbe essere necessario il numero IMEI, che sarà annotato per la garanzia e per l’identificazione. 

Un numero standard IMEI consiste in una stringa di 14 cifre decimali, accompagnate da un numero e da un ulteriore controllo IMEI/SV di 16 cifre decimali, anche se questi di solito appaiono solo sui nuovi dispositivi. Lo scopo di un IMEI va oltre la semplice identificazione e il numero può essere utilizzato per bloccare i dispositivi per impedire loro di accedere alla rete del cellulare. Se il telefono viene rubato e si informa il fornitore del servizio, il dispositivo sarà bloccato e la scheda in esso contenuta smetterà di funzionare.

A partire dal 2004, l’attuale formato di questi identificatori univoci è AA-BBBBBB-CCCCCC-D. Le prime due porzioni etichettati A e B sono note come il Type Approval Code (TAC), che identifica il produttore e il modello del telefonoA titolo di esempio, l’attuale iPhone 5 ha una TAC corrispondente a 01-332700, mentre il Samsung Galaxy S2 utilizza 35-853704. La sezione del codice etichettata C è un numero di serie univoco del ricevitore e definito dal produttore. L’ultima cifra è una somma di controllo, che consente di verificare l’intera stringa.

L’IMEI è relativo al dispositivo e non ha alcuna relazione alla carta SIMSe il telefono viene rubato, il numero IMEI non cambierà e la SIM potrà semplicemente essere bloccata dall’operatore telefonico. Se il telefono viene rubato e si tenta di bloccarlo con l’IMEI, assicuratevi di chiedere al vostro operatore se questo blocco si estenderà anche ad altre reti. 

Come trovare l’IMEI

La maggior parte dei dispositivi mobili mostrano il loro IMEI digitando *#06# sulla tastiera. Ciò è generalmente sufficiente a rivelare il codice su dispositivi più vecchi e quelli più recenti, anche se è possibile utilizzare anche altre tecniche, se avete i seguenti cellulari elencati: 

  • iOS (iPhone, iPad LTE/3G): Impostazioni> Generali> Info;
  • Android: Impostazioni>Info sul telefono;
  • Vecchi Sony o Sony Ericsson: Inserire *Right *Left Left*Left * sulla tastiera;
  • Blackberry o Sony Ericsson di ultima generazione: Opzioni>Status.

Se desiderate controllare esattamente il vostro numero IMEI, potete utilizzare anche il sito IMEI.info.

20 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti